START UP! / KIRMAL

START UP!

KIRMAL
Cucine narranti

A conclusione del percorso di scouting, che ha virtualmente delineato il passaggio dalla prima alla seconda fase del progetto, ha preso forma la compagine sociale che ha visto coinvolti nella selezione finale 7 candidati in seguito diventati 6 (Kirolos Kamil Zlaher Bebawy, Ibrahim Deme, Riccardo Pizzuto, Mustapha Jarjou, Ameth Kah, Thi Tung Lam Dinh) che sono risultati i più motivati e preparati a dar vita all’impresa sociale Kirmal, nome che è composto dalle iniziali dei soci stessi, e che in libanese significa “PER”.

I soci provenienti da cinque nazionalità diverse (Gambia, Costa d’Avorio, Egitto, Vietnam e Italia) testimoniano la componente multietnica che valorizza le differenze culturali e la vocazione all’inclusività. Il gruppo, già dal mese di gennaio 2020, ha iniziato a incontrarsi con cadenza settimanale. Gli “incontri del lunedì”, realizzati in parte all’Ecomuseo del mare, in parte presso i locali del Cre.Zi. Plus ai Cantieri culturali alla Zisa, sono stati facilitati dalla presenza della project manager e della referente dell’ente capofila. Le riunioni sono state occasioni importanti, non solo per approfondire temi essenziali per l’avvio dell’associazione impresa e pianificare il lavoro, ma anche per favorire conoscenza ed empatia tra i giovani, cementando uno spirito di squadra (team building), una base comune di principi e obiettivi.
Definita la compagine sociale, il gruppo di coordinamento del progetto composto dai responsabili della partnership e dai sei candidati, ha focalizzato l’attenzione sulla definizione della forma giuridica più opportuna, tenendo in considerazione lo spirito e gli obiettivi della start up, che investono parimenti l’aspetto etico e quello lavorativo, concentrandosi in tre aree: servizi di catering interculturale e mensa sociale, home cooking, cene narrative; servizi di accoglienza e gestione turistica di appartamenti e bed and breakfast; servizi per il turismo culturale (community tours e visite guidate esperienziali).

 

 

 

A causa dell’insorgere delle problematiche relative all’emergenza della pandemia di Coronavirus (Sars-COV-2), molte attività progettuali hanno subito decisive modifiche, portando a una necessaria rimodulazione delle principali azioni previste (soprattutto condizionando la programmazione di eventi pubblici e di visite formative a operatori del settore turismo-ristorazione). Ulteriori disagi dovuti alla chiusura degli uffici pubblici competenti hanno comportato ritardi di ordine burocratico.

I percorsi di mentoring. Durante questa fase di costituzione della nuova realtà, sono stati individuati dei mentor (professionisti con competenze specifiche nei settori di riferimento), che hanno seguito lo sviluppo dell'impresa negli ultimi mesi di progetto. Il percorso di mentoring, attivato dal Consorzio Arca, ha avuto un duplice obiettivo: 1 permettere ai futuri imprenditori di acquisire e ampliare le conoscenze e abilità con una sperimentazione sul campo; 2 integrarsi sempre di più nella cultura aziendale.
Per il settore della ristorazione è stato coinvolto Roberto Cascino; per il marketing e comunicazione d’impresa, Danilo Li Muli; per lo sviluppo dei prodotti narrativi, Alberto Nicolino; per il management aziendale, Giuliano Fontana.

 

 

 

 

DIARIO DI VIAGGIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Kirmal ETS
sede legale c/o Consorzio ARCA,
Edificio 16, Viale delle Scienze – 90128 Palermo
kirmal.it
info@kirmal.it
c.f. 97350560823 — p.iva 06901340825

comunicazione KIRMAL
foto Antonio Gervasi